venerdì 13 gennaio 2012

Vor dem geschriebt

Franz Kafka racconta di un giovane che diventò vecchio e morì aspettando il permesso di entrare dalla porta della legge. Altri giovani, forse, hanno chiesto il permesso per altre porte - verità, conoscenza, bellezza, giustizia, se sia possibile un mondo senza servi né padroni ... e hanno atteso altrettanto a lungo. A questi fu detto: leggi un libro, e poi: leggi tutti i libri che l'hanno generato, e poi: leggi tutti i libri che hanno generato questi libri. E conosci la vita di chi ha scritto quello di poi, e di quelli che hanno scritto quelli di prima. E conosci le lingue in cui furono scritti. E poi, di questo libro, conosci i figli e le conseguenze, e chi lo lesse, e perché.

Penso che l'errore sia chiedere il permesso.

1 commento:

  1. So, nehme, in Allgemeinen, auch ich an: niemals um Erlaubnis bitten!
    Jedoch, Kafka verwendet das surreale nur
    um uns das Gefühl von eine erstickende Sorge zu vermitteln.

    RispondiElimina