lunedì 7 febbraio 2011

Lungo la strada

Mi preparavo a raccontare di una canzone che mi è cara, che è un bel ricordo e anche un bell'augurio, ma anche oggi son morti dei bambini, e morti bruciati, come è normale che sia per chi lungo la strada è normale sia costretto a viverci.

E allora, niente canzone, non si può: anche oggi - come al solito - sarebbe un delitto, perché su troppe stragi comporta il silenzio.
Su troppe stragi, e su troppe responsabilità.

Nessun commento:

Posta un commento