mercoledì 28 settembre 2011

Emily Dickinson, 818

818


Non potevo berla io, Tesoro
finché tu non l'avessi assaggiata,
benché fosse più fresca dell'Acqua
la costante presenza della Sete.


Trad. di Giovanna Nuvoletti 

Nessun commento:

Posta un commento